On The Road

"SEGUITECI: VI INDICHEREMO LA STRADA PIU' SICURA..."

My video

Ragazzi On The Road

LA SERIE WEB

Un nuovo format, tutto da vedere!

I PROTAGONISTI

I loro racconti in video

L'EMERGENZA. VISSUTA DAI RAGAZZI

Nei panni della Polizia Locale e di altre Forze dell'Ordine

Rivoluzionario format educativo che coinvolge direttamente On The Road studenti e universitari over 18 nei panni di istituzioni ed enti. Il tutto in Real Time

Chi siamo.

L’Associazione socio-educativa “Ragazzi On The Road“, presieduta in passato da Giovanni Vinciguerra, Comandante della Polizia Locale di Seriate, e ora da Giancarlo Bassi, Presidente di Oriocenter, è stata costituita con l’obiettivo di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà.

Obiettivi.

Fin dall’inizio l’obiettivo principale dell’iniziativa, giunta quest’anno alla settima edizione, è sempre stato quello di diffondere tra le nuove generazioni una rinnovata consapevolezza in materia di sicurezza stradale ed educazione alla legalità tramite il coinvolgimento attivo di giovani studenti over 16 e laureandi dell’Università degli Studi di Bergamo. Un modo innovativo e rivoluzionario di educare le nuove generazione al tema della  sicurezza sulla strada e alla legalità in modo pratico, diretto e partecipe.

Iniziative.

Al centro dell’attività dell’Associazione si pongono lo studio, la ricerca, il dibattito, la formazione, l’aggiornamento culturale e la promozione di iniziative socio educative negli ambiti dell’educazione e sicurezza stradale, della legalità e del rispetto della civile convivenza, dei problemi sociali e del tempo libero. Particolare attenzione è dedicata a tematiche sugli stili di vita, sull’orientamento alle scelte di ausilio alla protezione civile, nella consapevolezza del valore del volontariato.

[/section][/vc_column][/vc_row]

home

IL PROGETTO

NASCE UNA SERIE WEB

RAGAZZI “ON THE ROAD” (SENZA SMARTPHONE NEI PANNI DELLE FORZE DELL’ORDINE L’EMERGENZA VISSUTA COME PREVENZIONE SUL CAMPO.

Varese, 20 giugno 2016 – Ha preso il via dalla Centrale Unica di Risposta dell’112 – dov’è nato il Numero Unico d’Emergenza in Italia – l’innovativo progetto “1-1-2 On The Road” che per tre settimane, fino al prossimo 10 luglio, coinvolge studenti e universitari nei panni degli operatori di AREU, della Polizia Locale e di altre Forze dell’Ordine. Un’esperienza “senza filtri” per conoscere e sperimentare di persona le attività a fianco di realtà istituzionali e locali operanti negli ambiti della sicurezza, della tutela, dell’ausilio e del soccorso. “La strada e il mondo vissuti da un altro punto di vista”: un’esperienza di vita che rivoluziona il modo di educare alla prevenzione e alla legalità.

Serie Web sull’Emergenza

I dettagli dell’iniziativa – che prevede anche una serie web, la prima nel suo genere incentrata sul rapporto dei ragazzi con l’Emergenza – sono stati illustrati nel corso di un’affollata conferenza stampa alla presenza di diverse autorità e istituzioni, tra cui il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala che ha elogiato il progetto assicurando l’impegno della Regione a sostenere e a supportare l’’ulteriore crescita dell’iniziativa. Presenti, fra gli altri, anche il direttore generale di AREU Alberto Zoli e il direttore dell’AAT di Varese e responsabile del CUR 112 Guido Garzena.

Progetto unico in Italia

Il progetto educativo – ideato dall’agente Giuseppe Fuschino con il format del giornalista Alessandro Invernici, promosso dall’Associazione Socio Educativa Ragazzi On The Road, cresciuto e consolidato in dieci anni di attività – impegna direttamente sul campo i giovani studenti come protagonisti per infondere tra le nuove generazioni una maggiore responsabilità e consapevolezza dei rischi, soprattutto in ambito stradale, per la prevenzione e gestione delle emergenze.

Studenti “in divisa”

La “catena” del soccorso vissuta in prima persona dai giovani protagonisti di uno speciale stage e di un tirocinio d’eccellenza: dalla ricezione della richiesta di soccorso in centrale operativa, all’attivazione e gestione degli interventi su strada e in ospedale.

Da Brescia a Milano

L’iniziativa quest’estate interessa una ventina di studenti e studentesse over 18 delle province di Bergamo e Brescia ed è resa possibile grazie alla partecipazione, collaborazione e sostegno di numerosi enti e istituzioni della Bergamasca, del Bresciano e del Milanese.

Senza smartphone

In controtendenza. Ai ragazzi viene chiesto di “dimenticarsi” dello smartphone durante le attività al fine di potersi concentrare e vivere in presa diretta ciò che fanno. Il “momento social”, però, non viene eliminato, solo posticipato: dovranno infatti approfittare dei momenti di riposo per fissare impressioni e sensazioni attraverso foto o video selfie.

Collaborazione tra Scuola e Università

Fondamentale, nell’ambito delle proprie attività, la collaborazione tra “On The Road” e l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo e l’Università degli Studi di Bergamo per l’adesione al progetto da parte degli studenti per vivere rispettivamente lo speciale stage e il tirocinio d’Eccellenza dell’ateneo orobico.

Con la Polizia Locale

Numerose attività saranno svolte all’interno dei Comandi di Polizia Locale dei Comuni del territorio bergamasco che partecipano al progetto formativo: Orio al Serio, Unione Insieme sul Serio, Alzano Lombardo, Treviglio, Unione dei Colli, Scanzorosciate, Seriate e Unione Terre del Serio. Il progetto quest’anno si è inoltre allargato al territorio bresciano con l’adesione del Comune e del Comando di Polizia Locale di Desenzano sul Garda.

 Lions “On The Road”

Preziosa a tale riguardo è l’azione del Lions Club Desenzano Lago con il quale l’associazione di “On The Road” ha stipulato recentemente una partnership, che ha permesso l’estensione del progetto, e che ha come scopo comune quello di creare una comunità di giovani più responsabile e consapevole.

In centrale e in ambulanza con i soccorritori di AREU

Gli studenti, quest’anno in particolare, affiancheranno anche il personale in servizio di AREU (l’Azienda Regionale Emergenza Urgenza) nella Centrale Unica di Risposta del NUE 112 di stanza a Varese. Presso la SOREU Alpina di Bergamo assisteranno alla ricezione delle richieste di soccorso sanitario potendo intervenire su alcuni scenari d’intervento grazie alla collaborazione dell’AAT 118 di Bergamo anche su alcune ambulanze della Croce Bianca (ANPAS Lombardia) Città di Bergamo.

Safety Car sugli scenari d’intervento

Dove non sarà possibile raggiungere lo scenario d’intervento con i mezzi di soccorso i ragazzi di “On The Road” viaggeranno a bordo di speciali Safety Car messe gentilmente a disposizione dalla concessionaria bergamasca Lodauto e dalla bresciana Manelli. 

Nella “shock room” e nelle corsie d’ospedale

“Ragazzi” e “Reporter” di On The Road presenzieranno al Pronto Soccorso dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e dell’Ospedale di Desenzano del Garda osservando in modo diretto l’operato dei medici ed infermieri che, nella “shock room”, assisteranno i pazienti traumatizzati trasportati da ambulanze ed elisoccorso.

Controlli in aeroporto con la Guardia di Finanza

Grazie alla disponibilità del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo, presso la Compagnia di Orio al Serio, conosceranno in presa diretta le attività delle Fiamme Gialle e, inoltre, seguiranno le attività di controllo passeggeri e delle unità cinofile nell’aeroporto internazionale “Il Caravaggio” di Orio al Serio, dove vivranno con SACBO l’operatività dello scalo, in particolare per quanto riguarda il rilevamento di sostanze stupefacenti e di valuta trasportata in quantità superiore al consentito.

Corsi sulla guida sicura con ACI e ATS

I ragazzi parteciperanno ad un corso sulla guida sicura presso l’ACI di Bergamo a cura del Dipartimento dipendenze dell’ATS di Bergamo, che sarà focalizzato sull’abuso di alcol e sostanze stupefacenti.

In acqua con i sommozzatori

Momenti di adrenalina anche in acqua, con il Nucleo Sommozzatori Volontari Treviglio: i ragazzi proveranno cosa significa essere trascinati dalle correnti del fiume Adda e vivranno sulla propria pelle l’esperienza di salvataggio.

Con Vigili del Fuoco, Polizia di Stato e Carabinieri

Tra interventi reali, dimostrazioni pratiche e tecniche di salvataggio, i ragazzi vivranno anche un’esperienza a fianco dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Bergamo. Esperienze grazie alla disponibilità della Questura di Bergamo anche a fianco della Polizia di Stato e ai Carabinieri del Comando provinciale di Bergamo.

Pattugliamenti a Milano con la Polizia Locale

Significativo anche l’apporto della Polizia Locale di Milano: i ragazzi avranno la possibilità di conoscere le attività che essa svolge nella metropoli, affiancandola in pattugliamenti, controlli e molto altro ancora.

In montagna con la Polizia Provinciale

Il fascino della montagna, di ciò che la circonda e dei compiti specifici della Polizia Provinciale di Bergamo saranno vissuti a più riprese dai giovani protagonisti dell’esperienza di On The Road.

Un giorno da sindaco

Un’ulteriore novità introdotta nell’esperienza 2016 sarà l’occasione di mettersi nei panni di un sindaco, per un’intera giornata. Il giovane primo cittadino di Scanzorosciate, Davide Casati, aprirà le porte del proprio ufficio ad uno dei ragazzi partecipanti allo stage di “On The Road”, offrendo la possibilità di vedere e comprendere direttamente come si svolge il delicato compito di amministratore.

Patrocini, sostegni e partner

L’iniziativa di “On The Road” si può fregiare, fra gli altri, del patrocinio di Regione Lombardia – Assessorato alla Sicurezza e Protezione Civile, Comune di Bergamo – Assessorato all’Università, Formazione, Sport, Diocesi di Bergamo – Ufficio Pastorale Età Evolutiva, Camera di Commercio Bergamo, Comunità Montana Valle Seriana, PromoSerio, Associazione Polizia Locale della Provincia di Bergamo e Atalanta Bergamasca Calcio. Nell’elenco dei main supporter del progetto figurano Ubi Banca Popolare di Bergamo, Fondazione Credito Bergamasco, FAI Service, FAI Bergamo, Oriocenter, RadiciGroup, Immobiliare Percassi, Lamiflex Group. Tra i supporter Antica Trattoria D’Ambrosio, Pandizucchero, B.C. Trading, concessionaria Manelli, Consorzio Albergatori Desenzano Hotels Promotion, Life Club e Crispi UP. Partner: Officina della Comunicazione, l’Azzurro, Alex Persico Fotografia e Video Maker Bergamo, BMM e Pandora Format.

Giovani Testimonial

Testimonial di “On The Road” l’artista e modella Francesca Boffetti, già “Ragazza On The Road”, e il piccolo campione Samuele Valentini, pilota di Kart, che, a soli 14 anni, è già una promessa dello sport, consapevole di quanto sia importante, in pista come in strada, rispettare le regole per la propria incolumità e quella degli altri.

Incidentato sulla sedia a rotelle, in strada per la vita

Tra i giovani che collaborano al progetto e vivrà le esperienze di “On The Road” c’è anche Paolo Cancelli. Una storia, la sua, tutta da scoprire: dall’incidente sulla via di scuola e la corsa in ospedale, alla triste realtà della sedia a rotelle. Un ragazzo che, nonostante tutto, non si è mai perso d’animo e che contribuisce a sottolineare l’importanza dell’attività dell’associazione nella diffusione di una maggiore consapevolezza in merito a sicurezza stradale e prevenzione dei rischi.

Esperienze in Real Time

Le attività dei ragazzi vengono documentate all’indirizzo www.ragazziontheroad.it dai “Reporter” dell’Università degli Studi di Bergamo e consultabili attraverso i social: la pagina Facebook “Ragazzi On The Road”, così come su Twitter ““@OnRagazzi”, Instagram “ragazziontheroad” e il canale YouTube “Ragazzi On The Road”.

L’Emergenza vissuta dai ragazzi

Una Serie Web – la prima del suo genere incentrata sul rapporto dei ragazzi con l’Emergenza – racconterà sotto forma di Real Time il “viaggio” dei giovani protagonisti che potranno essere seguiti sul canale YouTube “Ragazzi On The Road” e scelti al fine di individuare il miglior “Ragazzo” e “Reporter” “On The Road”. La Serie Web mostrerà il cambiamento, le emozioni, gli imprevisti, ma anche la fatica giornaliera dei protagonisti e di chi si occupa a vario titolo e ruolo della sicurezza.

Ambasciatori dell’112, l’App Salvavita “viaggia” con la FAI

Ai “Ragazzi On The Road” è affidato il compito di divulgare specialmente tra i giovani il Numero Unico di Emergenza 112 mediante la diffusione della prima App “salvavita” “Where ARE “U”. Ciò è reso anche possibile grazie all’importante collaborazione di FAI Service e FAI (Federazione Autotrasportatori Italiani) Bergamo. “La nostra federazione – dichiara il segretario provinciale Doriano Bendotti – da sempre è attenta ad iniziative volte a rafforzare la cultura della sicurezza stradale e “On The Road” è un esempio tangibile e altamente encomiabile soprattutto perché si rivolge principalmente ai giovani. Per questo abbiamo aderito sia come FAI federazione provinciale di Bergamo che come FAI Service con le 7000 aziende di autotrasporto che rappresentiamo con oltre 100.000 tir sulle strade italiane ed estere che potrebbero viaggiare con l’App salvavita”.

Defibrillatori e corsi a scuole e università con l’apporto di UBI Banca Popolare di Bergamo

Defibrillatori e corsi per il loro utilizzo saranno donati a scuole e università grazie anche al prezioso contributo di UBI – Banca Popolare di Bergamo: “Siamo orgogliosi di figurare tra i sostenitori dell’Associazione Ragazzi On The Road in occasione di un progetto così importante che vuol coinvolgere i giovani cittadini nell’educazione alla sicurezza stradale – dice Osvaldo Ranica, Direttore Generale di Banca Popolare di Bergamo -. Abbiamo da subito creduto a questo progetto che ha un grande valore educativo e sottolinea una volta di più l’attenzione della nostra Banca a tutto ciò che può contribuire alla formazione sociale e civile delle nuove generazioni. Sono davvero tante le problematiche legate agli incidenti stradali che coinvolgono i nostri giovani ogni week end e renderli consapevoli della legalità e della sicurezza in modo concreto consente di aiutarli a crescere con una diversa coscienza”.

“Infondere nei ragazzi coscienza civica e responsabilità”

“Il nostro desiderio – afferma Giancarlo Bassi, presidente dell’Associazione Socio Educativa Ragazzi On The Road – è che questa speciale esperienza lasci il segno e qualcosa d’importante a più giovani possibili. Sperimentare situazioni e mondi a loro poco conosciuti o dati per scontati, coscienza civica e responsabilità”.

I ragazzi di On The Road affiancano gli operatori della centrale 112 di Varese
« 1 di 3 »

THE SOCIAL WALL

SEGUI LE AVVENTURE DEI RAGAZZI PROTAGONISTI

FLICKR "ON THE ROAD"

Visualizza streaming su flickr

ISTITUZIONI E PARTNER

CHI CI SOSTIENE

;

Copyright 2016 Ragazzi on the road P.IVA 3851930168